Il mio tavolo Tulip è differente !

Come riconoscere un tavolo Tulip di alta qualità ITALIANA  da uno d’ importazione ? E come scegliere tra le tante proposte MADE IN ITALY ?

Di’ la verità, quando inserisci nella stringa di Google le parole “ tavolo Tulip ” oppure ” tavolo Tulip Saarinen ” oppure ancora” tavolo Tulip Marmo ”  o ancora  ” tavolo Tulip laminato liquido” ti arrivano cosi tanti risultati che non sai più da che parte puntare il tuo mouse ..tanto che ti verrebbe voglia di chiudere tutto .. Guarda,ti capisco … perchè non deve essere facile per un non addetto capire come fare a scegliere. E scommetto che ti farai più o meno queste domande:

 

 

Come si fa a districarsi in una giungla di cosi TANTE OFFERTE  e COSI’ DIVERSE?

Perchè trovo prezzi cosi’ distanti tra di loro ?

Quali sono le discriminanti che fanno oscillare le quotazioni peggio di un grafico di Borsa ? 

Da dove iniziare ?

Calma, forse posso aiutarti .

Con  questo articolo vorrei cercare di riuscire  a dipanare un po’ la matassa che ti trovi di fronte quando sei alla ricerca di un tavolo Tulip  che possa  impreziosire il tuo living o la sala riunioni del tuo ufficio.

 

TAVOLO PRODOTTO DA KNOLL

Innanzitutto saprai che la casa madre produttrice e distributrice del tavolo Tulip è l’azienda Knoll per la quale Eeero Saarinen progettò il il tavolo Tulip ( e più tardi la sedia Tulip)

Quello della Knoll è il cosiddetto  modello ” originale ” dove la parola ORIGINALE  sta per  ” prodotto dalla casa madre” e non nel significato   della parola stessa che  vuol dire ” primo ed unico” . Infatti l’ originale del tavolo Tulip , il primo ed unico di Saarinen,  è esposto al Museum of Modern Art ( Moma ) di New York, l’ habitat naturale  di tanti altri… originali

Anche quelli prodotti da Knoll quindi sono tavoli Tulip copia che si distinguono dalle altre copie per l’ etichetta identificativa sotto il piano e il nome stampigliato sotto la base. I prezzi di questi tavoli dipendentemente dalla misura e dal piano possono variare dai tremila  ai diecimila euro.

Certamente i siti che vendono Knoll hanno ben in evidenza il marchio e li riconoscerai immediatamente senza sforzo alcuno. E’ normale che la scelta di un tavolo Tulip prodotto da Knoll è garanzia assoluta e certa della migliore qualità ( vorrei vedere..)

LE COPIE 

La vera matassa sta nelle copie, ovvero in tutte quelle aziende che riproducono il tavolo Tulip in laminato liquido ed il tavolo Tulip in marmo senza etichetta Knoll.

On line è veramente molto difficile fare delle distinzioni specifiche.

Possiamo pero’ dividere i siti  produttori/ venditori in due grandi categorie : siti che vendono esclusivamente made in Italy e siti che importano totalmente da paesi esteri come Cina, India e altri.

 

COPIE DI IMPORTAZIONE

 

Come riconoscerli ? Innanzitutto dai prezzi . Se un prezzo è troppo basso sicuramente non è una produzione italiana. Facciamo un esempio.

Prendiamo in considerazione un tavolo Saarinen con piano tondo da cm 120  in marmo carrara. Se trovi prezzi tra i 500 e 700 euro ( o ancora meno) non è un prodotto made in Italy.

Inoltre potrai chiedere all’azienda venditrice se è possibile personalizzare la misura , se è possibile avere una base colorata diversa dal nero o dal bianco  oppure scegliere direttamente la lastra di marmo dalla quale verrà tagliato il piano.

 

Sono tutte domande, che in caso di prodotto di importazione , riceveranno una sola identica risposta:  ” no, non è possibile ”

Anche i tempi di consegna , spesso decisamente lunghi , possono essere indicativi di prodotto d’ importazione ma stai attento: anche se la consegna è prevista a brevissimo non è un buon segno, vuol dire che hanno in stock gia’ pronto l’ articolo e che non lo producono su ordinazione e non hai possibilità di personalizzazione.( in questo ultimo caso fatti inviare una foto del prodotto che realmente ti sarà inviato)

 

COPIE MADE IN ITALY

Ok ora mi dirai : Fabio ma anche tanti siti che vendono prodotti 100% made in Italy hanno i prezzi del tavolo Tulip Saarinen abbastanza diversi tra di loro , quali sono le caratteristiche precise che deve avere il tavolo Tulip ? Perche’ trovo il tavolo Tulip in marmo tondo da cm 120 con prezzi che variano tra gli 800 e i 1400 euro ?

A prescindere dal fatto che ognuno applica i suoi margini di guadagno , ecco un elenco di elementi caratterizzanti il tavolo Tulip ognuno dei quali puo’ incidere sensibilmente sul prezzo finale

1) LA BASE .

Le basi del tavolo Tulip sia che stiamo parlando del tavolo Tulip con piano in laminato liquido  o con piano marmo , devono avere misure e spessori specifici . Innanzitutto la base nasce in fonderia da uno specifico stampo in cui viene colato alluminio fuso. Quindi l’ elemento costruttivo della base è alluminio pressofuso, non vetroresina o altro materiale composito.

Inoltre le basi non sono ” piene”, il collo resta vuoto mantenendo comunque uno spessore  di circa 1 cm, che assicura leggerezza senza perdita di resistenza e stabilità.

Queste ultime sono garantite dalle misure specifiche delle basi :ovale da cm 80 x 60 a terra per tavoli ovali , tonda diametro cm 43  a terra per tavoli con piani  tondi da cm 70 a cm 90 ,   tonda diametro cm 50 a terra per tavoli con piano tondo da cm 100 a cm 120 , tonda  diametro cm 70 a terra  per tavoli  con piani tondi da cm 137 fino a cm 160 per il marmo e fino a cm 180 per top in laminato o legno

Ogni misura piu’ piccola delle sopra indicate renderà il tavolo non sufficientemente stabile, quelle  piu’ grandi lo renderanno fuori le proporzioni originali

LAVORAZIONE DELLA BASE DEL TAVOLO TULIP 

Ma ,le basi dei tavoli sono tutte uguali ?? Sapevi che la nostra base puo’ anche essere messa all’ esterno senza alcun problema ?

Assolutamente no ! La qualità dipende tutto dal procedimento di lavorazione ! Una volta uscita dalla fonderia la  base grezza viene sottoposta a numerosi controlli prima della verniciatura:

  1. controllo della stabilità della base ovvero verifica su apposito strumento che sia perfettamente IN PIANO
  2. stuccatura di eventuali forellini nella fusione
  3. levigatura della stuccatura
  4. stesura di una prima mano di vernice aggrappante ( questo permetterà alle nostre basi di essere poste  anche all’ esterno senza che nel tempo laccatura si sfogli o si decomponga)
  5. ristuccatura di eventuali fori rimasti
  6. levigatura finale
  7. laccatura a spruzzo in cabina a doppia aspirazione , frontale e al pavimento che impedisce allo spolvero di depositarsi
  8. stesura di tre strati  ( 3) di poliestere per dare lucentezza e protezione
  9. Lucidatura finale con spazzolatrici da carrozzieri

 

Generalmente le basi sono laccate lucide bianche Ral 9010 ( sono possibili comunque tutte le varianti dei colori RAL sia lucidi che opachi)

La laccatura può fare la differenza quindi sul prezzo

Particolare attenzione occorre per la laccatura LUCIDA NERA che generalmente comporta maggiori complicazioni rispetto al bianco.

Ovviamente noi la curiamo attentamente con ulteriori passaggi di lavorazione rispetto alla laccatura bianca ( ad esempio sotto la vernice non c’è un fondo bianco , ma nero .. nel caso sulla base dovesse cadere inaspettatamente un oggetto tagliente o appuntito non si vedrà la sbucciatura bianca cosi vistosa essendoci un fondo nero essa resterà quasi invisibile)

E poi la cabina di verniciatura a doppia aspirazione toglie a prescindere qualsiasi possibilità che un granello possa depositarsi sulla superficie laccata della base. Anche nell caso questo dovesse succedere sarà compito della spazzolatura finale rendere PERFETTA la superficie della base

. La versione della Knoll  presenta invece  un rivestimento invisibile di un elemento plastico chiamato Rilsan che protegge le basi da graffi, usura , sfregamenti di scarpe, e vari liquidi per la pulizia del pavimento.

Chiedi quindi al tuo futuro fornitore del tavolo Tulip se la protezione della laccatura della base è compresa nel prezzo .

 

2) IL SOTTO-PIANO . Il sotto-piano è elemento fondamentale per il montaggio del tavolo Tulip. Anche questo, come la base deve avere misure e spessori specifici. Il materiale del sotto-piano, che ricordo sta in mezzo tra base e piano facendone da raccordo vero e proprio, è legno MDF laccato opaco bianco ( o comunque dello stesso colore della base e del piano in legno).

Non deve essere in truciolare per ovvie ragioni di resistenza. Il sotto-piano rende stabile il tavolo , perfino quelli in marmo della misura piu’ grande. Lo spessore è di 2,5cm  e le misure sono diverse secondo il piano che devono sostenere. Tondo da cm 50 per piano tondo da cm 80 fino a cm 120. Tondi da cm 70 per piani tondi da cm 127 fino a cm 160. Per i top in marmo tondi da cm 150 a cm 160 è bene mettere un sotto-piano tondo da cm 90 cosi come per i piani tondi di un tavolo laminato o legno sopra i cm 160 di diametro

I sottopiani ovali sono due, da cm 100 x 60 per piani ovali da cm 160 x 85 fino a cm 199×121 , Da cm 120 x 80 per i piani ovali fino a cm 244 x 137.

 

 

 

3) IL PIANO. E’ l’elemento che può fare una notevole differenza sul prezzo finale del tavolo Tulip, specialmente per quanto riguarda il tavolo Saarinen con piano in marmo

Intanto la particolarità del piano è la famosa stondatura del bordo a ” becco di civetta” che l’ ha reso inconfondibile. Lo spessore del piano in laminato liquido deve essere di 2,5 cm mentre quello di marmo di 2 cm.

 

PIANO IN LAMINATO LIQUIDO

Il piano in laminato liquido è un piano in legno MDF laccato con plastica liquida che una volta essiccata rende la superficie antimacchia e antigraffio.

ATTENZIONE ! Molti parlano di laminato liquido e invece poi vendono il laminato plastico che presenta un’ attaccatura visibile sul bordo al contrario del piano laccato laminato liquido. Inoltre il VERO LAMINATO LIQUIDO è ESSICCATO  A FORNO  e non all’ aria . Questo procedimento garantisce una maggiore resistenza e durezza del piano. 

Inoltre anche la preparazione alla verniciatura è parte importante nel procedimento di lavorazione  perchè essa possa aggrapparsi al legno e durare a lungo

Il nostro piano in legno viene passato alla levigatrice a nastro  tre volte con tre grane diverse di carta , dalla piu’ grossa alla piu’ fine, il tutto realizzato  in maniera omogenea ed uniforme

Questo grazie appunto ad  una grande macchina automatica che LEVIGA il piano per intero in un solo passaggio evitando quindi eventuali piccoli o grandi avvallamenti sulla superficie del piano se scartato a mano o in due o piu’ volte. Possono passare sotto i rulli a nostra di questa macchina anche piani fino ad un diametro di 180 cm….

E ancora il vero laminato liquido è LISCIO  e non goffrato

 

PIANI IN MARMO

Dei piani in marmo avevo gia’ parlato in quest’ altro articolo del blog. Ci sono marmi di prima scelta e seconda scelta che possono fare una notevole differenza sul prezzo.

 

Ad esempio il marmo carrara , che solitamente   è quello piu’ richiesto e conosciuto, ha una variante con fondo bianco e leggere macchioline grige ( Carrara ” C ” di prima scelta) e una variante con fondo grigiastro ( Carrara ” CD”  di seconda scelta)

Più in generale la lastra di marmo dalla quale verrà ritagliato il piano per il tavolo Tulip deve provenire dalle cave di Carrara o di Vagli e deve essere priva di difetti superficiali e irregolarita’ quali piccoli cavita’ e scalfitture dette in gergo ” taroli”.

RETINATURA PIANO DI MARMO

Inoltre  la parte grezza sottostante il piano di marmo ( specialmente per le misure piu’ grandi e per i marmi meno compatti come il marquinia e l’ emperador) deve essere retinata. La retinatura avviene mediante applicazione di una rete in fibra di vetro, che ha la consistenza di un tessuto, cui viene applicata una resina che una volta essiccata crea un importante rinforzo al marmo aumentandone la resistenza alla rottura. Quindi   in caso di rottura accidentale il pezzo di marmo che si rompe  non cadra’ a terra ma rimarra’  attaccato alla rete stessa.( insomma non cade sui piedi o evita di fare danni al pavimento)

TRATTAMENTO SUPERFICIE PIANO DI MARMO

Il trattamento della superficie del piano di marmo infine risulta essere una notevole  discriminante sul prezzo finale. Un top di marmo senza protezione totale non è proprio il massimo visto la sua naturale porosità e propensione all’assorbimento.

Certo se intervieni immediatamente asciugando all’ istante il liquido appena versato sul piano è molto probabile che eviterai il formarsi di una macchia o di un alone. Ma puoi farlo tutte le volte ? Puoi pranzare e cenare sempre con questa preoccupazione?

Come sempre prevenire è meglio. Il trattamento al poliestere risulta essere al momento l’ unico trattamento in grado di proteggere per sempre il tuo  amato piano in marmo. Attraverso questa particolare lavorazione una resina trasparente lucida viene applicata alla superficie rendendola praticamente impermeabile. Potrai cosi mangiare in tutta tranquillità e non curarti di amici distratti o bambini esuberanti …Inutile dire che un piano di marmo trattato al poliestere prevede dei costi maggiori rispetto a quelli non trattati o trattati con protettivi diversi.

Le controindicazioni del trattamento al poliestere sono il parziale ingiallimento della superficie del marmo ma stiamo parlando comunque di un processo per il quale occorre il trascorrere di minimo 10 anni.

 

 

CONCLUSIONI

Abbiamo analizzato quindi tutti e tre i componenti del tavolo Tulip e abbiamo visto quali sono le possibili variazioni di materiale e lavorazione che possono far oscillare anche di molto non solo il prezzo ma la qualità finale stessa del tavolo.

Potrei aggiungere che nel prezzo vanno considerati anche altri aspetti che non riguardano nello specifico il solo tavolo Tulip ma più in generale tutti i prodotti. Il trasporto e soprattutto la gestione della consegna è fondamentale.

Lasciare il cliente in balìa di sè stesso consegnando al piano strada  un tavolo pesante da movimentare e delicato da maneggiare,  non mi sembra un servizio degno di tale nome. Consegnare il tavolo al piano , montarlo e posizionarlo sarà certamente un costo aggiuntivo ma alla fine  saranno sempre soldi spesi bene, non fosse altro per controllare con cura il prodotto prima che i trasportatori- montatori se ne vadano…

Spero che con questa piccola guida possa averti fatto un po’ di luce riguardo quali elementi considerare quando vorrai acquistare o anche solo farti preventivare il costo del tuo prossimo tavolo Tulip. Mi sembra superfluo aggiungere che tutti i PREZZI dei tavoli Saarinen che trovi sul nostro sito www.instantdesign.it sono gia’ COMPRENSIVI di ognuna delle MIGLIORI caratteristiche elencate in questo articolo. ( si ,certo sono compresi di consegna dentro casa e montaggio, ah portiamo via anche gli imballi..)

Se non dovesse bastarti devi sapere che sopra ogni articolo del sito ( ed in particolar modo per il tavolo Tulip di Eeero Saarinen ) metto la mia GARANZIA PERSONALE “ soddisfatto o rimborsato” e 10 anni di garanzia su materiali e lavorazione. Una vecchia pubblicità televisiva  diceva ”  e cosa vuoi di più dalla vita ? ” :)) UN TAVOLO TULIP DI INSTANT DESIGN !!

Grazie per la lettura e a presto !

Fabio

 

 

 

 

 

5 pensieri su “Il mio tavolo Tulip è differente !

  1. Francesco Spina dice:

    Buongiorno. Ho acquistato da poco, presso rivenditore, il tavolo Tavolo Tulip Saarinen con piano marmo emperador dark da 120. Ho notato che la superficie del piano ha delle irregolarità(piccoli spessori) dovute alla presenza di stucco grigio scuro ed addirittura una macchia di tale stucco e spessore. E’ corretto?

    • admin dice:

      Buongiorno Francesco,
      grazie del suo commento.
      A parte il fatto che effettivamente l’emperador dark presenta diverse imperfezioni naturali,stuccare i forellini e soprattutto stuccarli lasciando spessori non è un segnale di qualità da parte del marmista e di chi lo rivende, anzi è suscettibile di contestazione. Non credo che il suo piano sia stato
      trattato al poliestere. Se cosi fosse stato ogni piccola imperfezione o forellino sarebbe stato coperto dal poliestere stesso e la successiva lucidatura avrebbe reso liscia e uniforme la superficie del piano. Noi ,anche per questi motivi, e per rendere antimacchia e idrorepellente il piano in marmo , li rifiniamo tutti con questo trattamento.
      La ringrazio , a presto
      Fabio

  2. Pingback: Le occasioni del Natale ! - Instant Design

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *