Visualizzazione del risultato

Il superamento del razionalismo architettonico.

Alvar Aalto inizia la carriera lavorando come designer di esposizioni e a dedicarsi alla progettazione dimobili nel 1925.

Realizza mobili in legno lamellare, tramite la piegatura e l’incollaggio del compensato, tecnica che usa per la realizzazione di molti articoli, incluso quelli della celebre serie Paimio.

Nel 1927 vince il concorso per la costruzione del palazzo della Cooperativa dell’Agricoltura del Sud-Ovest di Finlandia, e si traferisce nella città finlandese di Turku. Nel 1928 diviene membro del Congrès Internationaux d’Architecture Moderne. Nel 1929 si occupa del progetto dell’Esibizione del Settecentesimo Anniversario di Turku, e apre un laboratorio sperimentale per la lavorazione del compensato col designer Otto Korhonen, direttore tecnico di una fabbrica di mobili nella zona.

Nel 1933 Alvar Aalto realizza la costruzione del sanatorio per la tubercolosi nella località di Paimio in una fitta foresta a circa ventinove chilometri da Turku. Oltre alla progettazione dell’edificio si occupa del design dell’intero, arredato con una collezione di mobili appositamente disegnata per lo scopo, denominata Paimio come la località del sanatorio.

Alvar Aalto è certamente uno dei più importanti architetti moderni, partendo dal razionalismo architettonico, ne supera lo schematismo formale, sia con l’impiego geniale di materiali naturali, sia con la ricerca di uno spazio architettonico fatto di linee e superfici ondulate, di piante aperte e di una stretta relazione tra edificio e ambiente.

1.120,00