4+1 cose da valutare prima di far rifoderare il tuo vecchio divano

Comprare un divano nuovo o far rifoderare quello che già possiedi  ?

Eh si , prima o poi ci passiamo tutti ad affrontare questo dilemma !

Il rivestimento del tuo divano è ormai logoro dopo diversi anni di uso sfrenato tra bambini , animali domestici e noncuranza di amici ed ospiti vari . ( e forse anche da parte tua…) Oppure vuoi semplicemente cambiarne il colore oppure ancora la tipologia di rivestimento da pelle a stoffa o viceversa…

Allora comincia a sorgere dentro di te un dubbio, anzi più di un dubbio … cavolo questo divano è cosi comodo, la linea cosi bella ed elegante e poi soprattutto quanto mi è costato ,,,... varrà la pena farlo rifoderare? oppure meglio passare ad un nuovo divano  Cosa  mi conviene di più ?

 

FARE DELLE VALUTAZIONI

Eccoli li i tuoi pensieri e le tue domande ed eccomi qua a cercare di aiutarti a farti capire quali elementi prendere in considerazione per valutare al meglio la tua scelta

Spesso si pensa che  rifoderare e fare una nuova imbottitura ad un divano (o ad una poltrona ) usato da diversi anni sia più conveniente che comprarne uno nuovo. Non sempre è cosi pero’.

 

Prima di pensare a farsi fare un preventivo per il rinnovo del tuo vecchio divano ,( la stessa cosa può valere per una  poltrona ,delle sedie , per un letto imbottito ecc.) dovrai valutare con attenzione  questi elementi che andrò ad elencarti sotto tra poco.

 

 

Pero’, fuori concorso c’ è un elemento che non ha prezzo, il fattore AFFETTIVO. Spesso quel determinato divano ( o poltrona) è stato parte integrante di un nostro percorso d vita, i nostri bambini ci sono cresciuti saltandoci sopra, oppure è un vecchio ricordo della nostra amata nonna o di un genitore che l’ ha custodito gelosamente per anni. A fronte di questi valori qualsiasi considerazione di convenienza economica passa in secondo piano

 

1) Il primo elemento da valutare è il PREZZO DI ACQUISTO del divano(  o della poltrona) comprato a suo tempo . Certamente se hai acquistato un divano di una marca di prestigio ( Cassina, Minotti, Poltrona Frau, Flexform , Baxter, De Padova,  e tanti altri) varrà sempre la pena prendere in considerazione rifare o cambiare il rivestimento rivolgendosi ad un buon tappezziere. Infatti  questa tipologia di lavoro viene spesso rifiutata dalle grandi aziende o laddove sia possibile presenta  dei costi esorbitanti

Se il vostro divano ha un prezzo originario low cost ( Mondo Convenienza , Ikea, PoltroneSofa,  Mercatone uno ecc.) risulterà certamente piu’ conveniente acquistare un nuovo modello di divano ! A  meno  che il telaio in legno e l’ imbottitura  siano  ancora in buono stato e vuoi commissionare  solo una fodera di ricambio in stoffa economica  o finta pelle.

2) Un elemento da tenere in massima considerazione quando si pensa a far rinnovare un divano è senza dubbio la struttura interna in legno . Se la struttura è in legno massello, anche se di vecchia data , molto probabilmente avrà ancora dei buoni presupposti per essere riadoperata

Per capire fino a che punto la struttura interna del tuo divano è ancora valida  prova a lasciarti cadere pesantemente sul divano. Se avverti  scricchiolii o rumori strani si  potrebbe   verificare  un prossimo cedimento strutturale. Controlla anche i braccioli che siano ancora ben saldi al resto del divano.

)L’imbottitura è uno degli elementi più soggetti all’ usura  per cui va valutato se ci sono stati cedimenti particolari soprattutto nella seduta. In questo caso l’intera imbottitura di seduta e sotto seduta andrà  rifatta a partire da nuove cinghie elastiche o molleggi che costituiscono la parte inferiore del divano stesso con un sensibile aumento del costo finale

Se la gommapiuma era di buona qualità ’ saranno presenti solo lievi affossamenti facilmente ripristinabili con l’inserimento di una lastra interna di poliuretano espanso  di densità  maggiore rispetto a quella presente  nelle sedute oppure , laddove presente, con innesto di nuovi fiocchi di piuma o piuma e pallini di poliuretano espanso ( misto piuma)

Quindi se ci sono da cambiare solo delle sedute, che nel tempo hanno ceduto,  il ripristino del tuo vecchio divano può ancora essere un buon affare. Viceversa se l’ intera imbottitura dovesse aver bisogno di essere rifatta come nel caso del divano della foto qui sotto bisognerà valutarne i costi con precisione

 

4)Infine ad incidere particolarmente sul costo finale sara’ senza dubbio la tipologia di rivestimento che sceglierai.

 

Il prezzo finale cambia davvero radicalmente dipendentemente dalla scelta del materiale di rivestimento come per i divani nuovi del resto. Rifoderare un divano in ottima pelle pieno fiore può’ costare anche il triplo o più  rispetto ad una stoffa di cotone di media qualità. E più grande e lungo sarà il tuo divano da rifoderare più  questa differenza sarà rimarchevole

 

Esempi di costi

Facciamo qualche esempio ? Si ma dai facciamolI !

 

Prendiamo in considerazione un  classico divano lineare da cm 200 profondo 90,  Occorrono circa 12/ 13 metri di tessuto in altezza 140 per il realizzare un nuovo rivestimento. Mentre per la pelle ( la cui superficie si misura in metri quadri) occorreranno per rifoderare il divano circa 18 mq

Adesso prendiamo in considerazione i costi dei materiali.

Un tessuto di media qualità , un cotone o un lino o misto lino , può  costare intorno ai 20 euro al metro lineare, per cui per realizzare una nuova fodera al tuo vecchio divano da 200 cm  si parte da una base di spesa di 240- 250 euro.

All’altro estremo se vorrai rifoderare il divano in una pelle di alta qualità, ovvero una pelle pieno fiore, un nabuck , o una pelle invecchiata dovrai considerare un prezzo al mq fino a 60 euro che equivale a dire che il solo costo del materiale di rivestimento può arrivare a costare tra i 1000 e i 1200 euro.

Ovviamente nel mezzo ai due estremi ci sono una variante infinita di rivestimenti possibili , Stoffe antimacchia, velluti, damascati ,microfibre, stoffe effetto nabuck che sono comunque accessibili ed offrono un’ ottima qualità.

L’alcantara invece, quella vera ,che spesso mi viene richiesta per realizzare un nuova fodera ai divani, ha un costo di mercato molto alto ( sui 140 euro al metro lineare)

Quale rivestimento scegliere per rifoderare il tuo vecchio divano ?

Una volta deciso che la tua intenzione è di cambiare il rivestimento del tuo prezioso divano , inizia il dilemma della scelta del materiale per la nuova fodera.

Le variabili da considerare sono sempre le stesse : inutile dire che per primo ( vedi gli esempi  sopra) è il budget disponibile

La seconda variabile è la presenza in casa o meno di animali domestici, oppure di bambini piccoli. Non ultimo ci sono da considerare anche gli abbinamenti estetici con gli altri elementi di arredo del soggiorno.

Per chi predilige la stoffa consiglio sempre una stoffa antimacchia , idrorepellente e anti acaro. Che vuol dire antimacchia ? Vuol dire semplicemente che basterà usare una spugnetta appena imbevuta di acqua per togliere una qualsiasi tipo di macchia e che essa non si assorbirà dentro le fibre della stoffa stessa.  Un rivestimento in stoffa ad ogni modo dovrebbe essere sempre realizzato sfoderabile

 

La pelle invece è consigliabile per chi ha animali domestici, ed in particolare una pelle di alto spessore e non liscia ma zigrinata in superficie dove gli artigli dei nostri amati animaletti  possano trovare maggiori difficoltà di penetrazione.

 

Quindi in questo ultimo caso sono da evitare pelli cerate o nabuccate o particolarmente lisce e setose

 

La pelle inoltre lo sai è veramente di facile pulizia e mantenimento, quindi ideale anche per chi ha bambini piccoli

 

Posso leggerti nel pensiero adesso … e la finta pelle ? Fabio ,se voglio risparmiare non potrei scegliere di rifoderare il divano in fintapelle ? Si certo, puoi farlo benissimo , tanto più che oggi ci sono finte pelli stupende e resistenti .

( attenzione si parla di FINTA PELLE  e non ECO PELLE perché questa ultima è una VERA PELLE lavorata dalle concerie a basso impatto ambientale, quindi l’ eco pelle non è finta pelle !)

Ecco il punto sta tutto qui. Dipende dalla finta pelle . Una finta pelle per rifoderare un divano che evidentemente ha un buon valore per te , deve essere di ottima qualità e quello che devi sapere per riconoscerla sono la grammatura (  cioè quanto è spessorata, di solito la grammatura va dai 100 ai 600 gr )  e la resistenza allo strofinio ( in gergo si chiama martindale un parametro che solitamente va dai 10 mila alle 100 mila unità (  piu’ alto è questo valore meglio è) Ah a proposito questi parametri valgono anche per la stoffa !

Generalmente sconsiglio la finta pelle per motivi di tenuta nel tempo e se non sopporti la pelle oppure sei un animalista convinto ti consiglio un buon rivestimento in stoffa al posto della finta pelle…


Spero di averti chiarito le idee se avevi dei dubbi sul da farsi con il tuo vecchio divano.

E se vuoi non  esitare a contattarmi  qualora hai bisogno di un preventivo. Ti ricordo solo delle  informazioni di cui ho bisogno per formulare un preventivo corretto :

  • Foto del divano ( o poltrona o sedia)
  • Misure del divano
  • Specificare se vuoi rifare l’ imbottitura oppure solo rinforzarla dove necessario oppure ancora se non la vuoi modificare ma lasciarla come è
  • Tipologia  del rivestimento da scegliere —> puoi vederli anche qui 
  • Città del ritiro del divano e piano della casa dove va ritirato e riconsegnato

 

Grazie per la lettura e a presto !

Fabio

info@instantdesign.it

tel e whatsapp 345 46 88 599

 

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere offerte e promozioni esclusive , il 2% di sconto e un tavolino alzabile in omaggio !

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento Dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *